Almanacco del giorno

 

L'unico incoraggiamento che posso dare ai giovani, e che regolarmente gli do, è questo: "Battetevi sempre per le cose in cui credete. Perderete, come le ho perse io, tutte le battaglie. Una sola potete vincerne: quella che s'ingaggia ogni mattina, quando ci si fa la barba, davanti allo specchio. Se vi ci potete guardare senza arrossire, contentatevi".
(Indro Montanelli)

 

 

Notizie in tempo reale

La musica perde uno dei suoi ultimi grandi. E' morto a 86 anni il compositore e direttore d'orchestra polacco Krzysztof Penderecki. Nato nel 1933 nel sud della Polonia, si era diplomato al Conservatorio di Cracovia nel 1958, divenendone poi rettore. La sua fama mondiale esplose nel 1961 con la 'Trenodia per le vittime di Hiroshima'. Le sue composizioni sono state "saccheggiate" dal cinema. Ne hanno fatto uso Stanley Kubrick in 'Shining', William Friedkin in 'L'esorcista' e David Lynch in 'Twin Peaks'.
Per il governatore del Veneto, Zaia, il ritorno alla normalità dopo l'emergenza coronavirus potrebbe esserci a giugno. "Il modello matematico parla di un picco a metà aprile e poi a fine maggio, a giugno si tornerà alla normalità", ha affermato nel punto stampa nella sede della Protezione civile a Mestre. "La prossima settimana sarà cruciale e molto dipenderà da quanto tutti rispetteremo le regole", ha avvertito Zaia. Ha annunciato che rinnoverà l'ordinanza, "stiamo valutando il tema dei mercati", e si è detto "preoccupato per Verona".
"Stiamo combattendo lo stesso nemico invisibile. Le risorse umane e logistiche della nostra guerra non sono illimitate, ma oggi non possiamo tenere le forze di riserva in attesa che siano chiamate, mentre negli ospedali italiani, dove si stanno curando anche albanesi, hanno un enorme bisogno di aiuto". Così il premier albanese Rama, in occasione della partenza di un team di medici per l'Italia per l'emergenza coronavirus. "Tutti si sono rinchiusi dentro le loro frontiere-ha sottolineatoma l'Albania non abbandonerà l'Italia".
Con un aumento di 838 decessi in sole 24 ore, in Spagna si sono superati i 6.500 decessi (6.528). E' quanto si apprende dal bollettino aggiornato del quotidiano El Pais, confermato dal ministero della Sanità di Madrid. Nel Paese si registrano 78.797 casi accertati di contagio da coronavirus, 6.549 in più rispetto a ieri. Le persone poste in terapia intensiva sono 4.907, quelle guarite sono 14.709.
Scintille tra il ministro Boccia e il governatore Fontana sul ruolo delle Regioni nell'emergenza coronavirus. Il presidente della Lombardia definisce "avventate e inopportune" le parole del ministro. E ribatte: "Quale sarebbe la situazione nel Paese se le Regioni non avessero fatto fronte alla emergenza anche nella fase della sottovalutazione del rischio che ha attanagliato il governo per giorni e giorni?".Boccia controreplica:nessuna critica alle Regioni ma "semplice realismo". E ribadisce: in questa fase "nessuno ce la fa da solo".
Tra gli infermieri "c'è il maggior numero di operatori sanitari positivi al nuovo coronavirus: circa 4mila".Lo evidenzia la presidente della Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche, Mangiacavalli. "C'è chi muore di Covid-19 per assistere ed essere vicino ai pazienti, ma lo fa comunque senza il minimo tentennamento", aggiunge sottolineando anche che 9.448 infermieri hanno risposto "ci sono" alla chiamata della Protezione civile, quasi venti volte di più della richiesta.
"L'attuale emergenza per Covid-19 non conosce frontiere", ha detto il Papa all'Angelus, invitando a fermare"ogni forma di ostilità bellica", come chiesto anche dal segretario Onu, Guterres. Il Papa ha poi dedicato un pensiero a quanti "patiscono la vulnerabilità per essere costrette a vivere in gruppo"come nel caso di"case di riposo, caserme" In particolare, ha ricordato "le persone nelle carceri", chiedendo "di prendere misure necessarie" per evitare che la pandemia con il problema del sovraffollamento possa "diventare una tragedia".
"Oggi sia per tutti la Domenica del Pianto", ha detto Papa Francesco nella messa a Santa Marta. "Penso a tanta gente che piange, gente isolata, in quarantena, gli anziani soli, gente ricoverata, le persone nelle terapie, i genitori che vedono che non c'è lo stipendio e non ce la faranno a dare da mangiare ai figli. Tanta gente piange. Anche noi dal nostro cuore, li accompagniamo e non ci farà male piangere un po' col pianto del Signore per tutto il popolo", ha aggiunto il Pontefice.
"Le misure in scadenza il 3 aprile inevitabilmente saranno allungate. I tempi li deciderà il Consiglio dei ministri" sentito il parere del comitato scientifico e delle "categorie competenti".Così il ministro per gli Affari Regionali Boccia, su Sky, sottolineando che ora parlare di riapertura è "irresponsabile". "Tutti noi vogliamo tornare alla normalità, ma prima dobbiamo riaccendere un interruttore per volta". E sull'emergenza: "Nessuna Regione ce l'avrebbe fatta da sola, sarebbero crollate tutte".
Sono in totale 212 i pazienti positivi allo Spallanzani, e di questi 24 necessitano di supporto respiratorio. 147sono i pazienti dimessi, trasferiti a casa o in altre strutture del territorio. E' quanto emerge dal bollettino sanitario diffuso dalla struttura ospedaliera. Il monitoraggio sulla popolazione di Nerola, piccolo comune vicino alla capitale sede di un piccolo focolaio di Covid-19, prenderà il via domani e sarà coordinato dallo Spallanzani,
Dopo i medici, anche gli infermieri hanno aderito in migliaia al bando della Protezione civile per dare supporto e sostegno ai colleghi impegnati in prima fila contro l'epidemia covid-19 nel nord Italia. Alla domanda hanno risposto in 9.448. "Sono infermieri esperti nelle specialità necessarie a quella zona, dalla terapia intensiva alla pneumologia" spiega in una nota la Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche.
"Siamo ancora nel pieno dell'epidemia. Sarebbe un grave errore abbassare la guardia proprio ora". Così il ministro della Salute, Speranza, al Corriere della Sera. "Si finirebbe per vanificare quanto fatto fino ad oggi. I sacrifici di queste settimane sono seri", afferma. "Gli epidemiologici affermano che si vedono i primi effetti del contenimento. Non siamo però ancora al cambio di fase. Servirà tempo e gradualità", spiega il ministro.
Confesercenti lancia l'allarme liquidità per le imprese dovute al lockdown per l'epidemia coronavirus lamentando una"perdita quantificabile in 18 mld di euro, di cui 11, 5 mld a carico di imprese di commercio, turismo e ristorazione" "I meccanismi d'agevolazione ai prestiti messi in campo dal Cura Italia non stanno funzionando", occorre"un'iniezione rilevante di liquidità" e per le garanzie urge "sbloccare la piena potenzialità del Fondo Centrale, superando i limiti imposti dal regolamento europeo sugli aiuti di Stato"dice Confesercenti
11.00 "Penso che debba arrivare un chiarimento da von der Leyen, noi in Parlamento avevamo capito un'altra cosa. Io credo che uno strumento a garanzia del debito sia indispensabile. Se vi sono altre idee, basta tirarle fuori". E' quanto sottolinea il presidente del Parlamento europeo, Sassoli, al Messaggero. Per avere un futuro, gli Stati "devono scommettere sull'opzione europeista. Nessun Paese può affrontare da solo sfide globali come questa. Il rischio se non vi è una risposta comune è che i nostri Paesi andranno in svendita".
Sono 30.848 le persone che hanno perso la vita nel mondo a causa del coronavirus, secondo i dati aggiornati della Johns Hopkins University. Un terzo delle vittime si registra in Italia. La cifra globale dei contagi accertati è di 665 mila, con in testa gli Stati Uniti (124.665). I guariti sono oltre 140.200, 12.384 dei quali in Italia, seconda in questa classifica solo alla Cina che ne ha oltre 75.500.
In Spagna i decessi a causa della pandemia da coronavirus hanno raggiunto quota 5.694, e il numero totale delle persone contagiate è di 72.248. Queste le cifre pubblicate dal giornale El Pais. I guariti sono 12.285. La maggiore concentrazione di casi, scrive il giornale spagnolo, si ha a Madrid, con 2.757 morti e 21.520 contagiati, seguita dalla Catalogna, con 1.226 morti e 15.026 contagi. Ieri nel Paese si è registrato il balzo record di 832morti in sole 24 ore.
La Cina ha registrato ieri 45 nuovi casi di contagio da coronavirus, di cui 44 importati e uno nella provincia dell'Henan. Secondo la Commissione sanitaria nazionale (Nhc), i contagi di ritorno sono saliti a 693, una fonte di preoccupazione per le autorità, dopo la progressiva apertura della provincia dell'Hubei e del suo capoluogo Wuhan, focolaio della pandemia.Nel Paese i decessi sono 3.300 e i casi di contagio 81.439. Le persone in cura sono 2.691 e quelle guarite 75.448.
Nuovi contagi da coronavirus in calo in Corea del Sud, che ne ha registrati 105(venerdì erano stati 146). La metà dei nuovi casi sono importati. Il tasso di guarigione nel Paese è al 52, 52%. In base agli ultimi aggiornamenti della Korea centers for disease control and prevention (Kcdc), i decessi sono saliti a 152(+8), e le infezioni importate sono aumentate a 412sul totale di 9.583. Per questo motivo le autorità hanno rafforzato i controlli sugli arrivi nel Paese.
L'Authority del Canale di Panama (ACP) ha concesso ieri sera alla nave da crociera Zaandam, da 2 giorni all'ancora al largo delle coste panamensi, l'autorizzazione ad attraversare il canale. Il permesso era stato negato a causa della presenza, a bordo, di varie persone contagiate dal coronavirus, di cui 4 decedute. Ieri 401 turisti, risultati negativi al Covid-19, erano stati trasferiti sulla Rotterdam, inviata dalla compagnia Holland America Line, proprietaria anche della Zaandam.