Speculazione edilizia Divino Amore

 

 

 

 

S. Maria delle Mole: Speculazione edilizia Divino Amore

S. Maria delle Mole
16/7/2019
Antonio Calcagni

 

In arrivo la sentenza del TAR che, il  19.07.2019 dovrà decidere se dare seguito alla  richiesta di risarcimento danni da 280 milioni euro nel confronti del Comune di Marino, presentata dalle società  protagoniste dell'operazione di  mega-cementificazione del Divino Amore, ovvero: il Consorzio Ecovillage, Futuro Immobil Italia Srl, Cristina Srl, La Mole Due Srl, e Arcadia 2007. Oltre alla  Dea Capital Real Estate società di gestione del risparmio Spa, che tramite il fondo IDeA Fimit Sviluppo ha investito, nella realizzazione  di un gigantesco centro commerciale.

 

Una sentenza le cui conseguenze potrebbero essere devastanti per il Comune, ma che coinvolgerebbe in prima persona anche tutti quei Consiglieri Comunali che hanno votato  a favore delle due  delibere: la numero 2 del 28 febbraio e la numero 23 del 10 agosto 2018, che  di fatto hanno bloccato, l'enorme ed insensata  speculazione edilizia.  

 

Un’operazione che è bene ricordare, prevede appartamenti per altri 12.500 abitanti oltre  ad un mega Centro Commerciale, due cose di cui i Cittadini di Santa Maria delle Mole non ne sentono affatto la necessità.

 

Con la prima infatti verrebbe affossato definitivamente il mercato immobiliare esistente, già depresso da una crisi di carattere nazionale,  a cui localmente si è aggiunta un ulteriore svalutazione dovuta all’incremento dell’offerta di abitazioni  di quest’ultimo decennio.

 

Mentre con la seconda, a estinguersi sarebbe il già precario commercio locale.

 

Ma c’è di più, se venisse approvato il progetto, la nostra Cittadina verrebbe spogliata  di una risorsa che la rende ancora molto appetibile, la fermata della stazione ferroviaria, che secondo il progetto verrebbe appunto, spostata di 1,5 km più a sud dall’attuale punto, a servizio quindi del nuovo insediamento.

 

Alla luce di tutto ciò, noi  del Comitato di Quartiere di Santa Maria delle Mole, ringraziamo tutti coloro che a vario titolo e livello hanno contribuito ad arginare questo scempio, ed altresi esprimiamo il nostro, pieno ed incondizionato sostegno, a tutti coloro che rischiano in prima persona per una scelta di civiltà, ed  invitiamo tutta la Cittadinanza a fare altrettanto.

 

Infine chiediamo che, almeno per una volta, tutte le forze politiche, che, nonostante  i vari distinguo, si sono comunque sempre dette contrarie a questa speculazione, di non perdere un’occasione storica per dimostrarsi compatte contro un nemico comune, la speculazione fine solo a se stessa.

 

Una  scelta chiara, senza se e senza ma, che i Cittadini apprezzerebbero particolarmente.

 

 

Antonio Calcagni, Presidente del Comitato di Quartiere di Santa Maria delle Mole

 

 

Antonio Calcagni
16/7/2019
Articolo letto 1.718 volte

 

FraWeb.it

REALIZZAZIONE SITI WEB AD ALTO IMPATTO, OTTIMAMENTE INDICIZZATI E GESTIONALI PER LA TUA AZIENDA

Siti completamente responsive. Fruibili da qualsiasi dispositivo.
Un sito ben fatto porta solo guadagno. Cura sui particolari ed Ottimizzazione SEO.
Un gestionale per la tua azienda. Fatto su misura per le tue necessità.

FraWeb.it si è ormai consolidata nel settore informatico, grazie ad una lunga esperienza. Professionalità, qualità e convenienza sono gli elementi che la distinguono.

 

 

Commenti

 

Commento di: michele t.

16/07/2019 17:23:16

 

 

Ad onor del vero non tutte le forze politiche si sono dette contrarie alla speculazione, anzi, alcune di esse l'hanno approvata e sponsorizzata in tutte le sedi, dopo avere devastato il territorio con colate di cemento disastrose; altre hanno preferito astenersi, pensando magari ad "aggiustamenti" da apportare alla speculazione edilizia.
Il grande merito di essere finalmente arrivati a discutere al TAR questo scempio ambientale, θ di tutti quei Cittadini e Comitati che negli anni hanno investito grandi energie, intelligenze e risorse, per contrastare le brame dei palazzinari. Il plauso maggiore va a questa Amministrazione che, attraverso il voto dei Suoi rappresentanti in Consiglio Comunale, ha sospeso le distruttive delibere di Palozzi e del Centro destra. A loro e a tutti i Cittadini che hanno sostenuto questa battaglia va il ringraziamento di tutta la Cittadinanza.

 

 

Commento di: Aldo Boni

17/11/2019 20:41:50

 

 

Scusate ma forse l'unica cosa sensata sarebbe proprio lo spostamento della stazione verso sud eliminando tutte le lunghe attese al passaggio a livello del treno fermo per salite/discese delle persone e sarebbe anche una buona occasione per avere un parcheggio di scambio e non costringere i pendolari a lasciare le auto lungo le strade della frazione...........................…

Tutta la cittadinanza? ma quanti sono sti cittadini che si ribellano a certe iniziative ?????????...……...25.000...…..20.000...…..15.000...….10.000...…..5.000......2.000...…..1.000...……..o 100...………………...lo abbiamo visto in piazza il 9 novembre con un argomento piu' sentito "le rotte aeree" na folla enorme, abbiamo dovuto bloccare pure il traffico, qualcuno mi ha detto " meglio la qualita' che la quantita'…......………………………

un saluto

aldo boni

 

 

 

 

Vuoi essere subito avvisato via mail quando un articolo come questo viene pubblicato?

Vai a fine pagina e clicca sul bottone verde "RIMANI INFORMATO"

DOG SITTER

Una nuova attività volta a semplificare la vita ai cittadini di Santa Maria delle Mole.

Un gruppo di esperte animaliste da decenni impegnate nella cura degli animali presta la propria collaborazione a quanti necessitino di aiuto nella normale gestione dei loro carissimi amici e compagni di vita. Saremo liete di poter fare quanto nelle nostre capacità per alleviare le vostre incombenze.

Contattataci per ulteriori chiarimenti Tel: 338 78 68 162