ALLERTA METEO
TEMPERATURA
domenica

S. Maria delle Mole

Menų

HOME

Cerca

Articoli

Tutti

I pių letti

Nazionali

S.Maria delle Mole

Cava dei Selci

Frattocchie

Mappa Rioni

Rubriche

AVVISI

Benessere

Concittadini

Cucina

Focus

Salute

Sport

Storia

Servizi

Almanacco

Medicina/Farmacie

Meteo

Parrocchie

Polveri Sottili

Terremoti

Trasporti

Lavoro

Cerco Lavoro

Offro Lavoro

Cerco/Offro Lavoro

Segnalazioni

Sondaggi

Immagini

Forum

Protocollo

Contatti

Copyright

LogIn

 

 

 

Focus
INTERNET Mini Corso - Lezione 4

1

 

 

 

Focus: INTERNET Mini Corso - Lezione 4

Focus
06/06/2020
Francesco Raso

 

I Social tanto amati e odiati
 
La maggior parte degli utilizzatori di Internet usufruiscono unicamente di Social, quindi WhatsApp, Facebook, Twitter e gli ultimi arrivati.
 
Oggi non ne insegnamo l’utilizzo perchè non conducono degli standard essendo piattaforme private. Facciamo solo una panoramica e gettiamo delle domande di riflessione.

I Social, come suggerisce la parola stessa, sono ambienti sociali così come il Bar, Ristorante, Cinema, Teatro, Museo ecc.; l’unica differenza è che sono virtuali e che non occorre pagare un biglietto o una consumazione per passare un po’ di tempo con gli amici.

I social sono Gratis … ne siamo veramente sicuri?
Ricordate sempre questa frase
Per avere bisogna dare

Quindi non sono gratis ma la moneta di scambio non è denaro che abbiamo guadagnato con il lavoro ma Tempo, Abitudini, Amici e quant’altro che abbiamo accumulato nella vita. Il nostro vero Tesoro.
 
Di base una sola cosa è vera “Internet è gratuita e non ha padrone
Noi paghiamo un canone mensile per avere Internet ma non stiamo acquistando Internet bensì solo la connessione dal nostro dispositivo alla dorsale di Internet più vicina a noi.
Questo giustamente è un servizio che dobbiamo pagare. Una volta instradati su Internet, dove possiamo gestire, sfruttare e godere di questa immensa Autostrada a mille corsie noi che facciamo? Ci intaniamo in un Social a guardare le foto degli amici, il panino di uno sconosciuto, tante fake e ogni tanto scriviamo 2 righe con qualche faccina.
Internet non è nata per gozzovigliare ed abbandonarsi alle stranezze altrui.

Purtroppo c’è di peggio. Cè chi ha acquistato un computer, uno smartphone o un tablet solo per tentare di vedere le partite gratis o per giocare d’azzardo come a Poker.
 
Torniamo ai Social.
Sono belli, ci intrattengono ma culturalmente ci offrono molto ma molto poco. Infatti se abbiamo necessità di certezze le dobbiamo cercare altrove. Una qualsiasi banale domanda fatta su un social avrà mille risposte diverse e spesso anche battibecchi tra utenti. E’ l’accademia dei Tuttologi.
 
Il Social è abbastanza utile per chi commercia o per chi deve arruolare visitatori per il proprio sito pieno di spot. Ne abbiamo parlato nella lezione precedente.
 
Quindi: Cosa farne dei Social? Come poterli utilizzare al meglio?
Belle domande. Ognuno di noi dovrebbe tentare di rispondere.
 
Analizziamo i tre principali Social:
WhatsApp: Nasce come una alternativa alla chat. Nella chat si discuteva in gruppo, solo testo e niente immagini; si scriveva e basta, molto spesso solo in inglese per poter comunicare con partecipanti di tutto il mondo. Si instauravano delle amicizie virtuali ed anche durevoli nel tempo.
WhatsApp ci ha dato la possibilità di comunicare gratuitamente con i nostri cari senza dover spendere soldi con le telefonate. Ad oggi è rimasto tale e quale con l’aggiunta di audio e video, gruppi e, ovviamente di condivisioni (queste benedette o maledette) ma niente pubblicità forzata.
 
Facebook: Anch’esso alternativa alla chat con la differenza che qui non c’è bisogno di scrivere e leggere, si fa vedere come siamo belli o brutti, cosa stiamo mangiando e cosa ci piace. In pratica comunichiamo a tutti il nostro livello di noia ed apatia e quali sono i nostri difetti. A rallegrare Facebook sono arrivate le condivisioni ed in questo modo anche gli sconosciuti sanno tutto di noi, poi in aggiunta tanta tanta pubblicità ma questa volta è mirata alle nostre debolezze.
Rendiamoci anche conto che Facebook va a minare la nostra vita specialmente quella lavorativa. Un datore di lavoro o peggio, un futuro datore di lavoro riesce a valutare la nostra personalità e quindi assegnare incarichi più o meno felici o addirittura rinunciare all’assunzione.
 
Twitter: Nasce come un vero strumento di comunicazione di massa per quelle notizie di interesse pubblico. Ha avuto poca fortuna ed ancora oggi fa fatica a stare in piedi. Ormai la gente è abituata a vedere, ha dimenticato che è importante leggere per capire. Ha comunque la sua nicchia di specialisti.
 
In conclusione: I Social possono essere a volte utili se usati con criterio e senza superficialità ma in sintesi non sono necessari e spesso generano dei disturbi mentali. Sono anche una Malattia.
 
Esistono anche i FORUM. Sono aree tematiche dove c’è unicamente uno scambio di informazioni tematiche con testo, esempi, immagini e si risponde a domande con chiarezza e professionalità. Non è un caso se ha un nome in Latino.
I Forum esistono da sempre. Internet è nata proprio per questo scopo, per uno scambio di informazioni e studi tra Università.
Ne esistono di tutti i tipi e categorie. I Forum sono sempre stati le colonne portanti di Internet.
In genere chi è irrispettoso, chi si fa gioco del prossimo o chi parla di argomenti fuori luogo viene cacciato dal Forum.
Sei un Sub, un Agricoltore, un Meccanico, un Tennista, un Amante della Natura, un Cuoco, un collezionista di Farfalle o semplicemente un appassionato di Cinema? Cerca i tuoi Forum e avrai accesso alle vere risorse di Internet. Cerca semplicemente su Internet: “forum” “farfalle
 
Oltretutto i social non sono indicizzati nei motori di ricerca come lo sono tutti i siti ed in special modo i Forum. Se io scrivo o leggo per caso qualcosa di interessante, con il passare del tempo non sarò più in grado di ritrovarlo se non ricordo il gruppo o la pagina, se ho un nuovo account o se è stato cancellato da un amministratore indispettito.
 
Ci sarebbe veramente molto altro da dire sui Social ma preferisco terminare qui per non annoiarvi nella lettura.
Già so che è stata una vera fatica seguirmi fin qui, voi che non leggete mai ma guardate solo figure … che qui mancano.
 
Viva i Forum
 
Nella prossima lezione parleremo di Posta Elettronica
 
 
Lezione 3 Lezione 5

 

 

Francesco Raso
06/06/2020
Articolo letto 197 volte

1

 

 

 

 

 

 

Vuoi essere subito avvisato via mail quando un articolo come questo viene pubblicato?

Vai a fine pagina e clicca sul bottone verde "RIMANI INFORMATO"

Scuola di Kung Fu - Kick Boxing

Il M° CAPALDI inizia a studiare le arti marziali nel 1979 praticando il Kung fu stile Tradizionale del Lam Kiun Pak Toi del Maestro Choo Kang Sing 10° Dan di Roma.
Negli anni si dedica anche alla pratica di ulteriori discipline: Kick Boxing, Muay Thai, Pugilato, Judo. Ottiene, sia nel Kung Fu che nella Kick Boxing, il grado di Maestro 7° Dan.
Inoltre ha frequentato numerosi stage e corsi di aggiornamento in varie nazioni del mondo, avendo modo di confrontarsi con varie discipline e di crescere prima come atleta poi come insegnante.
Ciò ha contribuito ad acquisire una forte esperienza nel mondo del combattimento arricchendo il suo bagaglio tecnico e ampliando la sua crescita personale.