ALLERTA METEO
TEMPERATURA
OGGI

S. Maria delle Mole

Menù

HOME

Chi Siamo

Cerca

Diretta Streaming

Articoli

Tutti

I più letti

I più commentati

Nazionali

S. Maria delle Mole

Cava dei Selci

Frattocchie

Mappa Rioni

Rubriche

AVVISI

Benessere

Concittadini

Cucina

Donne per le Donne

Focus

Il Mio Covid 19

Salute

Sport

Storia

Servizi

Almanacco

Chat

Covid a Marino

Medicina/Farmacie

Meteo

Numeri Utili

Parrocchie

Polveri Sottili

Terremoti

Trasporti

Video Informativi

Lavoro

Cerco Lavoro

Offro Lavoro

Cerco/Offro Lavoro

Segnalazioni

Le Tue Opinioni

Immagini

Forum

Protocollo

Contatti

Copyright

LogIn

 

 

 

Concittadini
Miniere cardiache

 

 

 

 

 

Concittadini: Miniere cardiache

Concittadini
07/05/2019
Antonio Calcagni

 

EdiLet – Edilazio Letteraria, 2015

 

Prosegue su questo Sito la promozione di opere di autori nostri Concittadini, conosciuti ed apprezzati in ambito nazionale ed internazionale ma spesso completamente sconosciuti nella loro Cittadina. Un gap a cui intendiamo porre rimedio al più presto, dedicando una rubrica a loro riservata.

 

Miniere cardiache è una raccolta di dodici racconti che sembrano d'amore, e forse lo sono davvero.

Si tratta di testi premiati e segnalati in Concorsi letterari nazionali e talvolta già pubblicati in antologie a tiratura limitata. Sono stati scritti tra il 2005 e il 2014, ognuno indipendente dall'altro, ognuno autonomo, ognuno libero. Si sono scelti tra loro per essere qui, tutti insieme, a significare qualcosa di più di ciò che rappresentano da soli. Questo libro nasce perché mi sono accorto, dopo averli scritti, che, a modo loro, rappresentano un percorso ideale lungo le vie meno battute del sentimento. Quelle vie periferiche e poco illuminate che sembrano amore, che chiamiamo amore, ma che forse non lo sono più, o non lo sono mai state. Quelle vie che sono violenza o frustazione,  invidia o tradimento, viltà o abitudine.

 

Ognuno di essi nasce da una sciocchezza e rappresenta un tentativo. Capita così, un dettaglio apre orizzonti di pensieri che all'inizio si aggrovigliano, rappresentano una matassa indistinta di possibili evoluzioni narrative. Poi, lentamente, coi giorni, con l'incidenza della vita e delle delusione, delle gioie e dei miracoli, del caso, dell'amore, afferriamo uno di quei fili e cominciamo a tirarlo a noi. E ci accorgiamo che se ne viene! Piano, certo. Magari un millimetro per volta, ma quell'idea merita lo sforzo di ricavarla da quel caos ingestibile di "nienti" che ambiscono a diventare le storie di qualcuno. E quel filo che abbiamo tra le mani, in un modo meraviglioso che è inutile e ridicolo cercare di spiegare, diventa righe e righe di parole. Assume dignità, consistenza, valore. Diventa qualcosa. Diventa un pezzo di vita che si imprime su quelle pagine per sempre.

 

Non so perché abbia scritto questi racconti e non altri. Le idee sono molte, i fili che scegliamo così pochi. Quel che so è che averli scritti mi rende in qualche modo felice. Perché ripercorre la mia vita interiore, i pensieri, l'emotività di questi anni. I racconti, rispetto ai romanzi, sono molto più legati al tempo in cui vengono scritti, perché sovente vengono pensati, ultimati e corretti a stretto giro. Non sono compagni di stagioni, di epoche, di decenni. Sono amici che ti fanno compagnia per un breve periodo, e poi prendono la strada che hanno scelto. Eppure restano annodati al tempo in cui vengono composti, ci si incastrano, ne divengono quasi etichetta.

 

Per questo, dopo più di cinque anni, sono orgoglioso di tornare in libreria con questo testo. E' un modo per ricordare un periodo, e per chiuderlo. Un antidoto a ciò che talvolta desideriamo con tale ardore e passione da non considerarlo con obiettività. Del resto, il desiderio è un lusso. E per quanto puro e genuino, per quanto dolce e necessario, non tutela affatto dai rischi - talvolta esageratamente gravi - che porta con sé. E scrivere tutela. In qualche imponderabile ragione, tutela. Tutte le tematiche di questi racconti mi sono rimbalzate addosso, e ho provato paura, ho provato smarrimento, ho provato tutto ciò che non mi avrebbe fatto essere qui, così, oggi, se non li avessi scritti.

 

Sono nati così, per aggregazione e per esigenza, per dolore e per curiosità. Nel fluire irreparabile della mia vita. 

 

Ed è così che li porgo a voi.

Buona lettura. 

 

 

Antonio Calcagni
07/05/2019
Articolo letto 475 volte

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi essere subito avvisato via mail quando un articolo come questo viene pubblicato?

Vai a fine pagina e clicca sul bottone verde "RIMANI INFORMATO"

La Nostra Voce

NOI DIAMO SPAZIO AL CITTADINO
BASTA POLITICA SUI SOCIAL
 
La Nostra Voce è anche La Tua Voce
 
Il Portale di Santa Maria delle Mole è nato proprio per tale scopo.
 
Indipendentemente dal nome ci occupiamo di tutte le problematiche delle frazioni “a valle” del comune di Marino e quindi di; Castelluccia, Cava dei Selci, Due Santi, Fontana Sala, Frattocchie e Santa Maria delle Mole.
Portiamo avanti, già da anni e con evidenti risultati, questo impegno in modo assolutamente apolitico ed intendiamo sottolinearlo APOLITICO 

Perché questo:
In molti hanno tentato di percorrere questa strada ma alla fine si sono sempre dimostrati quel che intendevano mascherare; lavorare solo per scopi personali e di partito.
Infatti come potete tastare con mano:
- Tutti i siti tematici sono stracolmi di politica è pubblicità.
- Tutte le pagine e, ancor peggio, tutti i gruppi Facebook di zona sono ormai monopolizzati da tre/quattro individui che ci martellano dalla mattina alla sera di pubblicazioni politiche ed inserzioni pubblicitarie di attività in loco. Non portano benefici ma rimbalzano incessantemente informazioni già note!

Non è rimasto più spazio per chi vuole lamentarsi del solito malcostume comunale o di quelle problematiche che rendono difficile il quieto vivere perché soffocati da questo indecente comportamento.

Per tale motivo, noi APOLITICI ed ASCOLTATORI della comunità, abbiamo deciso di dare un taglio a tutta questa indecente volgarità di comportamento e dedicare delle aree per portare alla luce, solo e soltanto, le nostre difficoltà di vita.
Per la risoluzione delle problematiche ce ne occuperemo sul portale ed anche a suon di carte bollate, ove necessario!

 
Per qualsiasi problematica questo portale mette già a disposizione un Forum dove chiunque può dire la propria. Esiste anche la possibilità di intervenire sulle argomentazioni pubblicate periodicamente.

Per non creare troppa confusione e per coloro che non sono in grado di utilizzare tali strumenti ma sanno come muoversi sui social: abbiamo attivato degli Speciali Gruppi su Facebook per ogni frazione. Scegli il gruppo a te dedicato:
E’ ben inteso: A nessuna comunicazione politica, pubblicitaria o di semplice frivolezza verrà dato spazio.

 


Castelluccia e Fontana Sala:
www.facebook.com/groups/castellucciafontanasalaplus/

Cava dei Selci:
www.facebook.com/groups/cavadeiselciplus/

Due Santi:
www.facebook.com/groups/duesantiplus/

Frattocchie:
www.facebook.com/groups/frattocchieplus/

Santa Maria delle Mole:
www.facebook.com/groups/santamariadellemoleplus/
 
Tutti questi gruppi sono gestiti da personale ultra qualificato e già facente parte della nostra redazione.
Esponete problemi ma mai parlare di politica, di attività commerciali, di ricette, cani e gatti smarriti e tutti quegli argomenti già martellanti altrove.

Siete i benvenuti a “Casa Vostra” ed il vostro smartphone smetterà di suonare o vibrare in continuazione per inutili motivi.
 

FESTA IN ALLEGRIA
Non prendere impegni
Sabato e Domenica
Tocca per leggere i dettagli