S. Maria delle Mole

Menù

HOME
Articoli
Tutti
I più letti
Nazionali
S.Maria delle Mole
Cava dei Selci
Frattocchie
Mappa Rioni
Rubriche
AVVISI
Benessere
Concittadini
Cucina
Focus
Salute
Sport
Storia
Servizi
Almanacco
Medicina/Farmacie
Meteo
Parrocchie
Polveri Sottili
Ricerca
Terremoti
Trasporti
Lavoro
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Cerco/Offro Lavoro
Segnalazioni
Sondaggi
Immagini
Forum
Protocollo
Contatti
Copyright
LogIn

 

 

 

Se Marino piange, Santa Maria certo non ride

 

 

 

 

S. Maria delle Mole: Se Marino piange, Santa Maria certo non ride

S. Maria delle Mole
04/03/2019
Antonio Calcagni

 

A proposito di Commercio

 

Se Marino piange, Santa Maria certo non ride

 

In queste ultime settimane, qui a Santa Maria, è rimbalzato l’eco delle polemiche tra, le tante sigle dei commercianti di Marino e l’Amministrazione Comunale, sul problema di un commercio che, nel centro di  Marino è  ormai ridotto  all’osso.

 

Una situazione certamente grave, ma la cui trattazione risulta assolutamente parziale e fuorviante ed invia, implicitamente, un messaggio ancor più deleterio, ovvero che il suddetto problema è circoscritto al centro di Marino.

Con la sistematica esclusione, da questo dibattito, del commercio  a Santa Maria delle Mole e più in generale su tutto il territorio adiacente la Regina Viarum,  si lascia infatti intendere che il problema  qui da noi non esiste, ovvero tutto va bene.

Un assioma smentito nei fatti, se solo si ha il tempo e la voglia  di ascoltare i nostri commercianti, così come facciamo noi quando, bussando alla loro  porta per chiedere il sostegno, mai rifiutato,  alle varie iniziative culturali  della nostra Cittadina, ci soffermiamo ad ascoltare le loro, appena sussurrate, lamentele.

Lamentele che sono identiche a quelle delle numerose ed agguerrite associazioni di categoria  del centro di Marino, ovvero: gli alti costi d’affitto, il grave problema del traffico e dei relativi parcheggi, l’assenza di un arredo urbano che invogli ai Cittadini a passeggiare, la sempre più spietata concorrenza dei sempre più numerosi Centri Commerciali, ecc.ecc..

Un  disagio a cui ovviamente e direi anche giustamente, l’Amministrazione Comunale, accusata in un primo momento  di scarso interesse verso le categoria in questione, ha cercato di sopperire provvedendo ad organizzare un convegno, sempre a Marino sempre sul futuro del Centro Storico, segno che il grido d’allarme ha  sortito il suo effetto.

Un umile consiglio a questa, ma anche alle future Amministrazioni Comunale, perché bruciare annualmente oltre 230.000,00 euro, per organizzare una manifestazione di pochi giorni, che non mi pare porti  ad un  corrispettivo rientro economico .

Una certa parsimonia  consentirebbe invece di dare più spazio ad una miriade di iniziative culturali spalmate durante tutto l’anno e su tutto il territorio Comunale.

Augurandoci che i commercianti del  centro di Marino vengano ascoltati nelle loro rivendicazioni, la domanda sorge spontanea,  a quando invece un incontro a Santa Maria sul futuro del commercio della nostra Cittadina?

Un dato per tutti, che dovrebbe far riflettere, dall’inizio dell’anno  senza articoli a caratteri cubitali sui giornali e nell’indifferenza generale, a Santa Maria hanno chiuso altre 4 attività commerciali, quante altre ne dovranno chiudere per focalizzare finalmente il problema?

 

 

Articolo di Antonio Calcagni, Presidente del Comitato di Quartiere di Santa Maria delle Mole

 

 

 

Antonio Calcagni
04/03/2019
Articolo letto 2.104 volte

 

 

La Casa dei Bambini "Il Giardino"

!!! Appello Urgente !!!
Salviamo La Casa dei Bambini "Il Giardino"
 
 
 
A Causa del CORONAVIRUS La Casa dei Bambini "Il Giardino" rischia di chiudere.
Necessita di un immediato aiuto da tutti noi.
 
La Casa dei Bambini è una Casa Famiglia di eccellenza nel nostro territorio e si occupa, con ammirevoli risultati, della cura di quei bambini a cui la vita moderna ha detto NO.
 
Nella Casa Famiglia non è possibile mantenere un metro di distanza ed i bambini non possoni più vedere i propri genitori e tantomeno giocare come prima.
 
- Come si può accudire un neonato ad un metro di distanza?
- Come si può accudire un ragazzo disabile con bassissime difese immunitarie?
- Siamo senza strutture di supporto, nessun tampone effettuato, niente mascherine.
- Ci troviamo nelle identiche situazioni di Case di Cura per Anziani.
 
ABBIAMO BISOGNO DI VOI – CITTADINI DI MARINO AUITATECI A NON CHIUDERE
 
 
Per le donazioni
Cooperativa Sociale S. Saturnino Onlus
IBAN: IT64C0501803200000011333937
Causale: Per i Bambini del Giardino
 

 

 

Commenti

 

Commento di: Patrizia Ludovisi

04/03/2019 10:47:24

 

 

Buongiorno leggo l'articolo si condivide in pieno le problematiche dei colleghi delle Frazioni , tant'è che tra le nostre sigle abbiamo anche la Assoziazioni Commercianti Frazioni. Il suo presidente sig. Caucci ha partecipato alla nostra assembea ed e presente nei nostri documenti o manifesti.
Patrizia ludovisi
Vice Presidende Conesercenti

 

 

Commento di: Francesco Raso

04/03/2019 11:45:56

 

 

E' inutile tentare di lavare la testa all'asino!

Da che io ricordi (dal 1970) non ho mai avuto il piacere di vedere una gestione comunale propensa per il commercio e turismo.
Il comune è sempre e solo stato gestito alla meno peggio insabbiando anno per anno la propria memoria storica.
L'unico sforzo lo si evidenzia nella Sagra dell'Uva ma anche li è tutto fatto alla bene meglio e a casaccio senza un minimo di programmazione vera e gestione. E' sempre stata una festa alla rinfusa senza capo e coda.

Prendiamo per esempio i comuni vicini, ad esempio Frascati:
La sua storia viene sempre tenuta in risalto; ha un calendario eventi mensile veramente ricco dove la maggior parte delle manifestazioni sono ad accesso gratuito.
Ieri sono stato a Frascati e, davanti al comune, ho trovato un tabellone lungo circa 10 metri e alto 2 con tutto il programma di marzo.
Frascati è molto attenta al turismo ed al commercio e questo le ha dato l'appellativo di "Il Centro dei Castelli"
Non fa meno Grottaferrata, Nemi, Albano, Genzano.
Invece noi stiamo li a guardare a bocca aperta e ... una volta l'anno i vignaioli mettono il vestito buono per sfilare con un grappolo d'uva, convinti di fare del buon vino.

Ora guardiamo la storia di Frascati e confrontiamola con quella di Marino:
Quella di Frascati la potete conoscere ovunque, anche entrando in una chiesa e leggere le targhe in marmo.
Quella di Marino la trovate su Wikipedia.
Marino inizia a farsi conoscere già nel 1000 a.C. mentre Frascati è molto più giovane e i primi cenni storici risalgono al 117 a.C.

Quindi, dopo questa mia filippica, non posso altro che riassumere il tutto con: I marinesi sono sempre stati una banda di avventurieri e lo saranno per sempre se non gli si da un taglio.

Va dato (non ridato) vigore al territorio comunale per quel che è stato, che è e che sarà. Ne godranno abitanti, commercianti e turisti.

 

 

Commento di: michele t.

08/04/2019 07:42:57

 

 

Pane al pane....alla marinese.........
Ma ora che si fa ?

 

 

 

 

Vuoi essere subito avvisato via mail quando un articolo come questo viene pubblicato?

Vai a fine pagina e clicca sul bottone verde "RIMANI INFORMATO"

Brunedil

Edifici Residenziali a strutturale ligneo in Classe Energetica NZeb
A Santa Maria delle Mole le prime case ad alto risparmio energetico.
Nuove case immerse nel verde.
Stanno sorgendo le Residenze di Tommaso. Abitazioni innovative realizzate con le più moderne tecnologie dello strutturale ligneo atte a scoprire il benessere di vivere.
 
 
 
 
 
Appartamenti indipendenti in vendita; possibile affitto con riscatto.
VIVERE SANO

BASSI CONSUMI
ENERGIE RINNOVABILI
NIENTE GAS

 
SALUBRITA’ IN-DOOR
MASSIMO COMFORT ABITATIVO

 
MATERIALI DI QUALITA’ ELEVATA ED ECO-SOSTENIBILI
 
ABBATTIMENTO EMISSIONI DI CO2
 
Non aspettare a contattarci, venite a visitare il nostro cantiere, tratterete direttamente con Tommaso.
Per le prime richieste sono previste tariffe agevolate e sconti speciali.
Tutte le informazioni sul posto.
347 34 88 024