S. Maria delle Mole

Menù

HOME

Chi Siamo

Cerca

Diretta Streaming

Articoli

Tutti

I più letti

I più commentati

Nazionali

S. Maria delle Mole

Cava dei Selci

Frattocchie

Marino

Mappa Rioni

Rubriche

AVVISI

Benessere

Concittadini

Cucina

Donne per le Donne

Focus

Il Mio Covid 19

Salute

Sport

Storia

Servizi

Almanacco

News di Rilievo

Chat

Covid a Marino

Medicina/Farmacie

Meteo

Numeri Utili

Parrocchie

Polveri Sottili

Terremoti

Trasporti

Video Informativi

Lavoro

Cerco Lavoro

Offro Lavoro

Cerco/Offro Lavoro

Segnalazioni

Le Tue Opinioni

Immagini

Forum

Protocollo

Contatti

Copyright

LogIn

 

 

 

L’Appia Antica: una strada che non meritiamo

15

 

 

 

  

 

S. Maria delle Mole: L’Appia Antica: una strada che non meritiamo

S. Maria delle Mole
29/01/2021
Antonio Calcagni

 

 
Per capire quanto era basso, e forse continua ad esserlo, l’interesse della politica per quella che, da sempre è considerata la strada antica più famosa al mondo, bisogna partire da un piccolo esempio.
 
Circa 4 anni fa, navigando nella galleria fotografica del Comune di Marino, notammo, con nostro grande stupore, la quasi totale mancanza di tracce dell’Appia Antica. Una strada celebrata in tutto il mondo, ma da noi ignorata. 
 
Non che il suddetto Comune fosse del tutto disinteressato all’archeologia, tantè che, in altri casi, in questi ultimi decenni si è addirittura sfiorato l’accanimento terapeutico, con iniezioni continue ed incessanti di soldi, che però, purtroppo non hanno mai dato alcun risultato.
 
Questa aberrazione, quanto meno nella forma, è stato poi in parte mitigata.
 
Ma siamo certi che tutti hanno compreso il valore di quello che, nelle nostre passeggiate incuranti calpestiamo?
 
Partendo da Frattocchie direzione la Capitale, si fa una sorta di viaggio a ritroso, ovvero dalla situazione di abbandono in cui versa attualmente, a quello che meriterebbe di essere una strada, sul cui tracciato, per circa mezzo millennio, si è scritta la storia dell’occidente del mondo.
 
Si parte infatti dal punto in cui il “moderno” ha cancellato il passato, sostituendolo con il peggio di se, ovvero il consumismo più sfrenato, che lascia dietro di se una discarica a cielo aperto e, percorrendo circa un km, attraverso una vera e propria savana, laghetto compreso, si raggiunge Santa Maria.
 
A quel punto, grazie ad un contributo regionale e comunale si è riusciti,in questi ultimi anni, almeno a costruire un punto d’informazione turistica, che dopo tante incertezze, speriamo possa diventare al più presto operativo.
 
Ma soprattutto è grazie all’impegno dei volontari della sezione locale di Legambiente che si riesce a vedere, un tratto di strada sufficientemente curata.
 
Basta però percorrere poche centinaia di metri per ritornare all’abbandono ed all’incuria, con punti che nella cattiva stagione, quasi ne impediscono la transitabilità.
 
Stesso discorso, se non peggio, vale anche per il tratto che attraversa il Comune di Ciampino.
 
Poi però si arriva al paradosso, dell’attraversamento pedonale di via Capanne di Marino, costato moltissimo, sia in termini economici che di sacrifici per i cittadini di Santa Maria, perfettamente acchittato.
 
Ovvero l’equivalente di una nuova e bellissima cravatta, indossata su un vestito liso, stracciato e sporco.
 
Da quel punto in poi la situazione tocca il limite della decenza, l’abbandono è quasi totale e con frequentazioni a dir poco dubbie,che certo non incoraggiano il transito, e questo, nonostante le frequenti denuncie degli amici di Legambiente.
 
Per vedere l’Appia Antica che vorremmo, bisogna però superare via dell’aeroscalo, da quel punto in poi, davanti a noi compare finalmente, ed in tutta la sua magnificenza, la Regina Viarum esattamente come vorremmo che fosse anche nel nostro tratto, ma li ormai siamo nella Capitale, che nonostante gli atavici problemi che l’attanagliano, almeno su questo non si è lasciata trovare impreparata.
 
Il percorso romano infatti alterna, tratti di basolato antico ben conservato, a tratti in cui la sua mancanza è stata compensata dai sampietrini, il tutto in perfetta armonia, mentre la vegetazione circostante risulta ben curata.
 
A questo punto, la domanda sorge spontanea, perché l’Ente Parco Archeologico ed il Parco Regionale dell’Appia Antica, una duplicazione che sulla carta avrebbe dovuto raddoppiare gli impegni, ma che nella realtà, sembra abbia solo complicato la situazione, hanno permesso una così plateale differenza di trattamento?
 
All’attuale Amministrazione, ma anche a tutti quelli che si candidano a governare in futuro questo Comune, domandiamo invece.
 
Qual è il progetto che avete in mente di una strada che, dalle politiche portate avanti negli ultimi decenni, abbiamo ampiamente dimostrato di non meritare?

 

 

Antonio Calcagni
29/01/2021
Articolo letto 893 volte

15

 

 

 

SOSTIENI SMARIAMOLE IT

Il Comitato di Quartiere che gestisce questo portale informativo è a tutela di Santa Maria delle Mole, Cava dei SelciFrattocchie, Due Santi, Castelluccia e Fontana Sala, inoltre sostiene tutti gli altri CdQ territoriali e le Associazioni No-Profit dell’Interland.
 
Se hai a cuore il tuo ambiente e vuoi difenderlo, tutelarlo ma non hai i mezzi o capacità, noi siamo al tuo fianco.
Offriamo i nostri servizi unicamente ad Aziende e/o Privati che svolgono la propria attività nella nostra area geografica.

 
Vuoi pubblicizzare la tua azienda in questo portale?
Sostienici e potrai usufruire di pubblicità gratuita.
 
Noi non noleggiamo spazi pubblicitari.
 

 
Diventa Socio Sostenitore del Comitato di Quartiere ed avrai il tuo spazio.
 
Sarà un'ottima vetrina per la tua azienda o punto vendita.
 
I banner pubblicitari sono ben visibili da qualsiasi dispositivo.
 
Per potere dare risalto alla tua attività commerciale, ciò che devi fare è molto semplice e veloce: Contattaci.
 
 
 
 
Puoi richiedere informazioni, tramite il nostro “Modulo”, ai seguenti contatti:
 

- Presidente Antonio Calcagni
 

- Francesco Raso (responsabile web) 

 

12 immagini

 

 

 

L'IMBISS

LA QUALITA’ LA TROVI SEMPRE DOVE NON TI ASPETTI
Grande Cucina e Grande Qualità
in poco spazio
 
 
 

Un chiosco con queste caratteristiche lo puoi trovare soltanto a Frattocchie, in Via Pertini
 
 
 
 
 
 
– Non ti distrarre – 
– lo trovi tra “La Nave” ed il semaforo –
– Non puoi sbagliare – 
 
Se vedi scritto “L’IMBISS” vuol dire che sei arrivato
 
Via Alessandro Pertini snc
Frattocchie (Marino)
337 38 25 847
 
 
 
Sono partiti piano, come l’esperienza insegna, ma si sono già fatti notare malgrado un avvio sotto Pandemia. Stanno suscitando curiosità, infatti non sono dei novelli sprovveduti i creatori de L’IMBISS
 
Un classico chiosco romano riconvertito a ristorante casual, con una trentina di posti a sedere e “una cucina attenta, disponibile a tutte le ore del giorno, autorevole ma allo stesso tempo accessibile”, così come dichiarato dai clienti intervistati che hanno subito ribattezzato il chiosco in “gastronomia urbana”.
 
Una sana gestione familiare incentrata sulla cucina casareccia e regionale. Utilizzo principalmente di prodotti freschi e locali, accuratamente selezionati. A volte, in special modo su richiesta, sperimentano anche piatti di cucina internazionale.
 
Insomma, nelle intenzioni c'è la voglia di proporre qualcosa di buono e divertente per le tasche di tutti, così come dettano le tendenze gastronomiche internazionali.
Non ci resta che assaggiare.
 
Vai a trovare Sandro e Patrizia, soddisferanno sicuramente il tuo palato.
 
E’ consigliata la prenotazione
 
L’IMBISS
Via Alessandro Pertini snc – Fratocchie (Marino)
337 38 25 847

 

 

Commenti

 

Commento di: Cristina

Spigarelli
29/01/2021 07:20:19

 

 

Non dimentichiamoci lo stupendo mosaico venuto alla luce con i lavori sul marciapiede di viale della Repubblica tra la via Appia Antica e la Nuova. Non penso di sbagliare se dico che è rimasto sotto il cemento dopo essere stato esposto per mesi alle intemperie. Un abominio!
Spero che chiunque governi in futuro se ne faccia carico per valorizzare questi tesori come meritano.

 

 

Commento di: Antonio Calcagni

29/01/2021 09:03:54

 

 

Si Cristina, al più presto riprenderemo anche il discorso del mosaico.

 

 

Commento di: Cesare

S. Maria delle Mole centro
29/01/2021 09:37:21

 

 

Condivido completamente quanto riportato nell'articolo. Sono un estimatore dell'Appia Antica che ci riporta ai nostri antenati romani e all'impegno che all'epoca fu messo per costruirla. Inoltre è un polmone verde per i romani, ma anche per la nostra comunità dei Castelli. Fra l'altro sono un runner e correre nel percorso che precede quello gestito dalla Capitale è davvero impegnativo. Mi auguro che i ns amministratori insieme a quelli di Ciampino riescano a riportare il tratto dell'Appia Antica che ci riguarda agli antichi splendori. La Regina Viarum merita il nostro rispetto. Cesare

 

 

Commento di: Patrizio Fiore

Marino
29/01/2021 09:42:22

 

 

A mio parere credo che il problema (così come tanti qui a Santa Maria delle Mole) sia nella latitanza del Comune di Marino. Credo che un Sindaco dovrebbe prendere in mano la situazione e risolvere questo problema facendosi sentire e chiedendo aiuti. Qualcuno l'ha mai interpellato in merito?

Qui a Santa Maria i problemi sono tanti, Via di Capanne di Marino e Via Goffredo Mameli non sono un gradevole biglietto di visita per chi entra nel nostro paese.

Via dell'Aeroscalo poi è un vero scandalo anche qui i Sindaci dei tre Comuni di Roma Città Metropolitana, Ciampino, Roma e Marino, dovrebbero sedersi ad un tavolo e prima vergognarsi dello stato attuale e poi tentare di risolvere: spazzatura, strada, assenza di marciapiedi ed illuminazione, fermate bus, prostitute e quant'altro.

Il Sindaco sta per finire il mandato ed "il piano triennale di riqualificazione di Via Via G. Mameli" non è neanche iniziato!

Le strade non vengono quotidianamente spazzate (una sola volta al mese mi sembra troppo poco).

La famosa task force del decoro urbano SPARITA.

Non aggiungo altro per non annoiare i lettori.


 

 

Commento di: Antonio Calcagni

29/01/2021 11:30:17

 

 

Gentile signor Patrizio, concordo sul tuo commento, a cui voglio aggiungere solo che: via Capanne di Marino è di competenza del Comune di Ciampino, a cui noi del Comitato abbiamo inviato una lettera in data 21.01.2020 e che puoi trovare su questo Sito nel menu alla voce protocollo, a cui è seguito solo un intervento di rattoppo. Riguarda invece ai lavori di rifacimento di via Mameli, compresa la realizzazione di una pista ciclopedonale, il Comitato è stato informato che dovrebbero partire a breve.

 

 

Commento di: Sergio Lorenzi

29/01/2021 14:04:35

 

 

Penso serva un interessamento martellante sul degrado che purtroppo versa il nostro tratto di Appia antica.
Mi viene anche da pensare che sia una cosa voluta.
Ma ci immaginiamo quanto guadagnerebbero S. Maria è Frattocchie davanti a tanta meraviglia, tenuta in ordine e gestita turisticamente?
Perchè è stato richiuso il pavimento trovato entrando a S. Maria?
Quasi una sorta di volontà per non permettere alle nostre frazione di fare un salto di qualità invidiabile.
Si potrebbe come in passato con l'inizio della bella stagione pulirla da incima infondo nel nostro territorio?
Certamente non un lavoro di facciata ma che sia da prospettiva per sentire questa strada sempre più nostra.


 

 

 

 

Vuoi essere subito avvisato via mail quando un articolo come questo viene pubblicato?

Vai a fine pagina e clicca sul bottone verde "RIMANI INFORMATO"

FraWeb.it

HAI NECESSITA’ DI UN SITO WEB?
Realizziamo siti web di ogni dimensione e per qualsiasi esigenza.
Curiamo ogni progetto a 360 gradi, dagli aspetti tecnici alla redazione di testi e slogan pubblicitari.
Dal semplice sito vetrina del piccolo esercizio commerciale, fino al sito corporate della grande azienda e ai complessi progetti editoriali ed e-commerce.
 
Siti completamente responsive. Fruibili da qualsiasi dispositivo.
Un sito ben fatto porta solo guadagno.
Un gestionale per la tua azienda, fatto su misura per le tue necessità.
 
FraWeb.it si è ormai consolidata nel settore informatico, grazie ad una lunga esperienza. Professionalità, qualità e convenienza sono gli elementi che ci identificano.

I nostri siti web si distinguono tutti per facilità di gestione, chiarezza e ampia compatibilità tecnologica.
 
– Grafica su misura
– Sito responsive
– Hosting e dominio incluso in offerta
– Settaggio mail personalizzata
– Cura sui particolari
– Ottimizzazione SEO
– Ottimizzazione per Google
– Report accessi
– Assistenza gratuita
– Formazione all’uso del sito
– Integrazione con i social network
– Adeguamento alle normative privacy
 
Per ottenere subito il tuo preventivo personalizzato puoi compilare il modulo di contatto presente in Questa Pagina, oppure inviare una mail a info@fraweb.it
Puoi anche contattarci telefonicamente al numero  (+39) 347 33 25 851 - a tua disposizione per rispondere a tutte le domande.